Scienza che si occupa dello studio delle ghiandole endocrine e dei loro prodotti di secrezione (ormoni), in condizioni fisiologiche, patologiche e sperimentali.
Gli endocrinologi clinici si interessano, in particolare, della diagnosi e cura di: patologie della ghiandola ipofisaria e dell’ipotalamo; patologie della tiroide; patologie delle paratiroidi e del metabolismo del calcio; patologie delle ghiandole surrenali; patologie del pancreas; Diabete mellito di tipo I e II, glucagonoma, gastrinoma, Andrologia (patologie dell’apparato riproduttivo maschile, patologie dell’apparato riproduttivo femminile come amenorree, sindrome dell’ovaio policistico, irregolarità mestruali, galattorrea, mastopatia fibrocistica, irsutismo, infertilità femminile o di coppia; ipogonadismo femminile, ivi compresa la menopausa e le sue complicazioni. Patologie della differenziazione sessuale, della crescita (auxologia), e della pubertà. Ipertensione arteriosa secondaria; sindromi poliendocrine autoimmuni, neoplasie endocrine multiple o MEN; tumori neuroendocrini dell’intestino (tumori GEP) e di altri organi.

Visita e valutazione endocrinologica

La visita di valutazione endocrinologica serve a diagnosticare, curare e monitorare le patologie a carico dell’dell’apparato endocrino, ovvero delle ghiandole deputate alla produzione di ormoni: tiroide, ipofisi, ipotalamo, paratiroidi, pancreas, ghiandole surrenali, testicoli, ovaie.

L’endocrinologo identifica e corregge il malfunzionamento delle ghiandole che può contribuire alla comparsa di malattie e problematiche quali osteoporosi, disfunzione erettile, infertilità, ipo o ipertiroidismo, tiroide cronica autoimmune (tiroidite di Hashimoto), patologie tiroidee nodulari, ipo o ipercalcemia, obesità geneticheadenomi dell’ipofisi, acne e irsutismo, diabete giovanile, iperparatiroidismo primitivo, iperprolattinemia, ovaio policistico.

Dopo un’attenta anamnesi della storia clinica del paziente, il medico endocrinologo passerà alla visita obiettiva del paziente e alla valutazione di eventuali esami; se necessario, il medico potrà richiedere ulteriori accertmenti, o raggiungere una diagnosi e quindi suggerire la terapia idonea a ciascun caso.

Ecografia tiroidea

L’ecografia tiroidea è un esame non invasivo utile a indagare visivamente dimensioni, volume, morfologia e struttura della ghiandola tiroidea. Si esegue nei pazienti in cui vi sia un sospetto di tireopatia (patologia legata alla tiroide), o che presentino fattori di rischio genetico o ambientale per lo sviluppo di una patologia di tale natura; con l’ecografia della tiroide possono essere altresì diagnosticati tumori maligni differenziati.

Diabetologia

La diabetologia è la branca specialistica dell’endocrinologia che si occupa di studiare il diabete a 360°, seguendone la diagnosi, il trattamento e il follow-up.

Il diabete mellito è una malattia cronica caratterizzata dall’aumento della concentrazione di glucosio nel sangue. Responsabile di questo fenomeno è un difetto dell’insulina, l’ormone deputato alla regolamentazione del trasporto di glucosio nelle cellule e dei processi energetici all’interno delle stesse. Quando l’insulina è prodotta in quantità non sufficiente dal pancreas oppure le cellule dell’organismo non rispondono alla sua presenza, nel sangue si riscontreranno livelli di glucosio più alti del normale (iperglicemia) favorendo, così, l’instaurarsi del diabete mellito. La diagnosi è certa con un valore di glicemia di 200 mg/dl, rilevato in qualunque momento della giornata o due ore dopo un carico di glucosio. Nel linguaggio comune con il termine diabete ci si riferisce solitamente al diabete mellito. In realtà esiste un’altra condizione patologica chiamata diabete insipido. Si tratta di due patologie differenti, accomunate dalla presenza di abbondanti quantità di urine.

I nostri specialisti:


Dott.ssa Marialuisa Zilio